lunedì 14 giugno 2010

Dialoghi surreali


"Gnomo fai la nanna"
"Sì, prima dò bacino a mommaso".
"Va bene dai il bacino a Tommaso".
"Mamma dov'è mommaso?"
"Amore Tommaso è qui nella pancia della mamma, un giorno lo andiamo a prendere ok?"
"Sì, lo andiamo a pendere lì?" chiedi il piccolo gnomo indicando la pancia.
"No tesoro lo andiamo a prendere all'ospedale".
"Sì. Mamma, mommaso è al buio?"
"No, Tommaso non è al buio".
"C'ha paua?"
"No amore Tommaso non ha paura perchè sente sempre il suo fratellone che gli parla e gli dà i bacini. Ora però dormi, non ti preoccupare".
"Mamma?"
"Sììì tesoro bello???"
"Mommaso ficcanaso e cuio".
Fujiko non coglie provocazione.
"Dormi!"
"Mamma?"
"Sììììììì???"
"Casso! Ecco adesso faccio nanna".

Orgoglio di madre ferito, laurea pedagogica stracciata. Naturalmente è colpa del papà, che avete capito?

8 commenti:

  1. ilmaredentrome15 giugno 2010 11:57

    Oppure spiegagli semplicemente che certe parole non si dicono.... lo so lo so, fosse facile....;)

    RispondiElimina

  2. lo so, sono una vergogna nazionale, ma incolpo la stanchezza e chiedo venia...
    ma che è "cuio"?

    RispondiElimina
  3. Julalla: dicesi cuio il "lato b"...

    RispondiElimina
  4. mammaalquadrato16 giugno 2010 06:38

    :) eh, ma Mommaso che fa rima con ficcanaso da chi l'ha sentita?

    RispondiElimina

  5. osti, era davvero ovvio. mi devo curare.

    RispondiElimina
  6. Convinci tuo marito a non sghignazzare, altrimenti non ne venite più fuori sul serio...
    Ciao!

    RispondiElimina
  7. Ma no, è una fase pure questa. Il mio buttava giù dalle scale il cicciobello comprato apposta come parafulmine.

    Al fratello neonato dava un sacco di botte mentre lo allattavo, botte che io sconvolta da prolattina e altro gli restituivo sotto forma di scappellotti.

    Poi però passa, è passata persino a me.

    Mammamsterdam

    RispondiElimina
  8. Mammamsterdam: bene, mi consoli, so che sono momenti che passano, ma si ha sempre paura che siano troppo lunghi!!

    RispondiElimina