venerdì 19 giugno 2009

A te

A te piccolo gnomo che ti muovi curioso nel mondo, che corri veloce verso tutto ciò che non conosci, che ancora non ti fidi a spiccare il volo e ti tieni stretto saldo al mio dito.


A te che hai saputo dare senso al quotidiano, che hai dato ordine alle priorità, che hai annullato le frustrazioni e amplificato le insicurezze.


A te che con il tuo sorriso colori la giornata, che dilati il tempo della tua assenza e riempi ogni nostro pensiero.


A te che stai imparando a camminare, che quando hai sete dici "gigia", che adori di Teletubbies, che sai fare il verso del leone, del cane e del pesce.


A te che vivi del presente, che adori le moto come il tuo "baba brum", che detesti fare il bagno, che mi dai i baci solo quando mi arrabbio.


Queste poche righe sono solo per te, per regalarti un pò di quella dolcezza che quotidianamente viviamo accanto a te.


9 commenti:

  1. Quanto dev'essere bello avere un piccolo gnomo ...

    RispondiElimina
  2. bellissime parole......i nostri gnomi sono l'aria che respiriamo..ciaociao

    RispondiElimina
  3. In effetti è stupendo, faticoso ma stupendo!

    RispondiElimina
  4. lamammadicarlo19 giugno 2009 09:08

    Come abbiamo fatto a vivere senza di loro fino ad ora? ...sono il nostro ossigeno !!!!

    RispondiElimina
  5. Bella, dolce e toccante...

    in particolare sento mia "l'amplificarsi delle insicurezze"...

    RispondiElimina
  6. mammaalquadrato21 giugno 2009 03:28

    Che bel post. Mi ci ritrovo molto: quanto sono cambiate le priorità e soprattutto quanto mi scivolano addosso le scocciature quotidiane da quando ci sono loro...


    P.S. l'anonimo del post precedente ero io...

    RispondiElimina
  7. .....ho letto bene?????...non ama fare il bagno??!!!!!! ....chissà da chi ha preso!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Grazie Pilly, grazie mammalquadrato.

    Utente anonimo, non so proprio di cosa tu stia parlando...

    RispondiElimina
  9. me lo vedo, il piccoletto!!

    RispondiElimina